Salute e Sanità

VISIONE

Crediamo che per stare bene e sentirsi sicuri si debba agire su tre fronti: quello della prevenzione, quello della cura e quello dell’informazione.

AZIONI

PREVENZIONE

Molte delle azioni del nostro programma sortiscono effetti positivi in questo senso, riducendo l’inquinamento atmosferico e acustico che generano patologie e stress, riducendo la velocità dei veicoli che attraversano la città mettendo a rischio le persone, creando condizioni di sicurezza per chi va a piedi o in bici a scuola e al lavoro, promuovendo l’alimentazione sana sia a scuola che a casa.

CURA

Presidieremo i tavoli e i luoghi ove si deciderà il futuro del servizio sanitario sul nostro territorio, per orientare le decisioni affinché:

  • l’ospedale unico specializzato possa offrire servizi e competenze di alto livello e sia raggiungibile agevolmente coi mezzi pubblici;
  • sia costruito in un’ottica di salvaguardia dell’ambiente e di spesa giusta ed oculata dei fondi pubblici necessari, anche a tutela delle generazioni future
  • a Chieri e per il chierese sia implementata una rete di servizi domiciliari e ambulatoriali di base di eccellenza sul territorio, per curare le tante persone affette da malattie croniche (le persone guariscono e vivono meglio se rimangono nel loro ambiente di vita ed il costo del servizio domiciliare è inferiore).

 

Ci impegneremo per istituire uno Sportello per le persone con disabilità che sia di supporto a 360° alle famiglie in tutte quelle pratiche legali, previdenziali, sanitarie e di informazione legislativa, che diventano spesso muri insormontabili per chi vive in una situazione di disagio sociale ed economico, acuito o amplificato dalla disabilità.

Promuoveremo la sperimentazione di nuove modalità di supporto quali, ad esempio, “DisApp”, un progetto di ricerca, utilizzo ed analisi degli stalli per disabili, che faciliti il lavoro della Polizia Locale e tuteli i diritti delle persone con disabilità, nella libera fruizione dei parcheggi riservati.

Ci attiveremo per ottenere dalla Regione fondi da destinare all’offerta di corsi ben strutturati per caregiver, soprattutto in riferimento a patologie quali l’Alzheimer e le demenze senili.

L’associazione AMA già da numerosi anni svolge un ruolo di notevole importanza e supporto alle famiglie con componenti affetti da Alzheimer, ma appare evidente la necessità di integrare le informazioni e il sostegno con modalità di ampio respiro.

Il caregiver svolge un ruolo ed un lavoro complesso: deve poter conoscere bene il sistema dei servizi territoriali, a partire dalla funzione dei medici di base, la corretta comunicazione e la relazione nell’approccio alle persone affette dal morbo di Alzheimer, e necessita di sostegno psicologico al fine di organizzare al meglio il lavoro di cura.

INFORMAZIONE e SENSIBILIZZAZIONE

Promuoveremo i benefici di alcune buone pratiche per la salute: alimentari, sociali, del muoversi, con progetti dedicati sia alle scuole cittadine, sia alla cittadinanza tutta.